Prestiti d'Onore Laureati

Alcune regioni italiane concedono Prestiti d’onore per giovani laureati.
L'iniziativa è davvero degna di attenzione, anche perché negli ultimi tempi è difficile trovare enti che investono nella preparazioni di giovani talenti.

La Regione Toscana ha attivato per esempio in quest'ottica la concessione di prestiti detti d’onore fino ad un massimo di cinquantamila euro.
Si tratta di prestiti d’onore per la frequenza di percorsi post laurea ad alta specializzazione.
I giovani laureati possono cosí accedere ad credito investendo sull’accrescimento delle proprie competenze e frequentando percorsi di alta formazione e specializzazione in Italia o all'estero.

I destinatari di questa iniziativa sono giovani con un'etá compresa tra i 22 ed i 35 anni non compiuti, che abbiano conseguito la laurea magistrale (anche all'estero) da non oltre un anno dalla durata legale degli studi, con una votazione non inferiore a 100/110.
I richiedenti devono inoltre avere la residenza o il domicilio fiscale in Toscana da almeno due anni.

E' richiesta inoltre l'assenza di protesti e pregiudizievoli; l'assenza di condanne penali nei 5 anni precedenti, ovvero sentenze di condanna passate in giudicato, ovvero sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale o per delitti finanziari.

I percorsi di formazione da seguire per poter richiedere il prestito d'onore sono corsi di dottorati di ricerca, corsi di specializzazione, master di secondo livello, da seguire sia in Italia che all'estero.



I percorsi di formazione coperti da prestito vanno da 1 a 3 anni e devono essere finalizzati all'inserimento nel mondo del lavoro.

Come giá detto il prestito è concesso fino ad un massimo di 50.000 Euro e gode di una garanzia regionale gratuita.
Ció significa che la garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito fino al 100% dell’importo di ciascun prestito d’onore per l’alta formazione.

Per quanto riguarda il rimborso del prestito d'onore, le regole prevedono che la richiesta di rimborso non puó essere richiesta prima di un anno dall'ottenimento di un posto di lavoro. Il rimborso inizierá comunque entro 2 anni dalla conclusione del corso per cui si è ottenuto il prestito d'onore.
Il rimborso del prestito d’onore è effettuato in rate mensili comprensive di capitale ed interessi.

Il finanziamento bancario puó avere una durata massima di 20 anni, compreso un periodo di preammortamento non superiore a 5 anni.
E' importante sapere che in caso di abbandono degli studi, il rimborso del prestito inizierá obbligatoriamente nei sei mesi successivi alla sospensione degli studi.
Per ulteriori informazioni, per il regolamento ed i relativi bandi, si prega di contattare direttamente le Universitá.

Purtroppo, nonostante in altri stati europei e nord americani il finanziamento ha avuto un discreto successo, dando un concreto aiuto a migliaia di laureati, in Italia il prestito d'onore ai laureati non ha preso piede.
Le ultime news parlano di pochissimi finanziamenti concessi e con grandi difficoltá.
Il problema sembra legato al fatto che i prestiti sono strutturati come un prestito tradizionale: l'ammontare della rata di rimborso è fissato a priori e non tiene conto degli eventuali guadagni futuri del giovane imprenditore.

I principali difetti riguardano inoltre il fatto che le banche non concedono facilmente i prestiti d’onore basati su meriti e sul curriculum, in quanto purtroppo, al giorno d’oggi e soprattutto in Italia, avere un ottimo curriculum universitario non significa ottenere un altrettanto ottimo posto di lavoro; anzi spesso sono proprio i neo laureati ad incontrare maggiori difficoltá nel trovare un adeguato posto di lavoro. Le banche perciò chiedono spesso alle università di garantire questi prestiti con fondi che gli atenei non possiedono.

Ci fa piacere riportare che vi sono state diverse proposte di legge per incentivare gli aiuti a studenti e neo laureati.
Tutte le proposte hanno come obiettivo quello di favorire l'accesso a opportunità di studio di alto livello, sia in Italia che all'estero, a studenti meritevoli indipendentemente dalla loro provenienza socio-economica.
Le iniziative consentirebbero ai cittadini italiani, al termine degli studi universitari, di poter accedere a percorsi di alta formazione con il supporto del prestito d'onore agevolato, mentre i neo laureati potrebbero accedere a prestiti con piani di restituzione dilazionati nel tempo, tramite istituti bancari selezionati, sulla base del loro potenziale intellettuale e lavorativo.
In attesa di nuove informazioni, invitiamo gli interessati a contattare le segreterie universitarie.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Prestiti d'Onore Laureati

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy