Prestito d'Onore Onlus

Nell'ambito dei cosiddetti Fondi Rotativi relativi ai Giovani, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Gioventú ha inaugurato una serie di prestiti d'onore a interessi zero da concedere ad associazioni giovanili e ad organizzazioni senza scopo di lucro.

In un momento di crisi e difficoltá economica in cui chiedere un prestito non significa per nulla ottenerlo, riteniamo utile ed interessante dare risalto a questo tipo di iniziativa.
Il Fondo Rotativo viene finanziato dal Dipartimento Gioventú, ma viene gestito a livello di Cittá Metropolitana. Per cui per ottenere il credito é indispensabile rivolgersi al Dipartimento Gioventú della cittá di residenza.
Il Fondo non é molto cospicuo, perció le somme a disposizione, che vengono erogate in ordine di presentazione della domanda, si esauriscono non appena il bando viene presentato.

Consigliamo perció di stare molto attenti alle tempistiche.
Il Fondo viene comunque ricostituito mano a mano che i prestiti erogati vengono restituiti, perció non é male rinunciare all'iscrizione solo perché siamo in ritardo con l'iscrizione.

Per quanto riguarda i requisiti, possono presentare domanda di prestito:

- le associazioni di giovani;
- le organizzazioni senza scopo di lucro;
Entrambe devono attestare di trovarsi ad affrontare problemi di liquidità nel corso della propria vita associativa.
La priorità verrá peró assegnata alle organizzazioni composte da giovani.



Le tipologie di prestito sono essenzialmente due:

La prima riguarda un prestito temporaneo fino a 5.000€. Il prestito verrá concesso 'per far fronte ad un momento di crisi di liquidità', quando l'associazione stia attendendo la ricezione di somme derivanti da crediti nei confronti di terzi.
Le organizzazioni 'non' giovanili potranno comunque ottenere tale prestito solo se i crediti attesi sono derivanti da progetti rivolti a giovani.

La seconda tipologia di prestiti, fino a 15.000 Euro, verrá invece concesso a giovani tra i 14 e 30 anni di etá che presentino un progetto, approvato a seguito di bando o attraverso un contributo economico di altra entitá, ma in attesa di erogazione del contributo.

Le richieste di erogazione del prestito d’onore vengono accettate anche se presentate da organizzazioni di volontariato; enti di promozione sociale; associazioni o enti di promozione sportiva dilettantistiche, con personalità giuridica e non; associazioni giovanili, culturali, studentesche o di promozione sociale, riconosciute e non; organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Le organizzazioni che richiedono il prestito devono avere sede legale nel territorio della Città Metropolitana o della Provincia in cui operano.
Previa verifica dei requisiti, l'accoglimento delle domande avverrá sulla base delle risorse disponibili.
La valutazione riguarderá unicamente la legittimità e l'opportunità del progetto, mentre non verrá effettuata alcuna valutazione sulla qualità del progetto valutato dall’ente finanziatore.

Per quanto riguarda l'erogazione del prestito, essa verrá vincolata alla sottoscrizione di un Patto Fiduciario tra il legale rappresentante dell’organizzazione e la Città che offre il finanziamento.

L’erogazione avverrá o tramite accredito sul conto bancario o postale o tramite spedizione, all’indirizzo segnalato a tale scopo sul modulo di domanda, di un mandato di pagamento da riscuotersi presso la banca designata dalla Cittá.

Il prestito verrá restituito in unica soluzione tramite bonifico bancario o anticipatamente qualora l’organizzazione sia in grado di procedere alla restituzione, comunque non oltre 18 mesi dalla data di erogazione.

Per quanto riguarda la domanda dovrá essere composta dall'istanza di accesso al prestito, dalla copia dell’atto costitutivo e dello statuto del proponente, dalla scheda identificativa del soggetto richiedente, dall'autocertificazione, sottoscritta dai legali rappresentanti, dalla fotocopia del documento di identità del legale rappresentante.

I soggetti interessati possono ottenere assistenza tecnica per la definizione delle domande presso gli sportelli comunali.
Le domande verranno accolte in ordine di ricevimento da parte del Protocollo del Settore, previa verifica del possesso dei requisiti del soggetto richiedente e della conformità dell’istanza.
Inoltre, come abbiamo giá avuto modo di commentare, la validità degli avvisi comunali sono vincolati alla disponibilità delle risorse del fondo rotativo, continuamente reintegrato dalla restituzione dei finanziamenti.

Per chi fosse interessato, esistono diversi tipi prestiti d'onore. oltre a quelli riservati alle Onlus.
Si tratta di prestiti riservati a categorie ben determinate di individui, come per esempio gli studenti universitari, i neo laureati, gli iscritti a particolari 'casse', come per esempio l'Inarcassa, ossia la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti. In particolare il prestito d'onore finanzia un prestito in conto interessi per il sostegno alla professione, stanziando un budget per sostenere l'avvio di attivitá professionali a giovani associati.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Prestito d'Onore Onlus

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy